L’artista afferma confronti tra il 1899 e la graphic novel Black Silence

0
6

Hai mai avuto la tua mente sciolta da una serie? No? Beh, forse devi ancora dare un’occhiata a Dark, il thriller fantascientifico dei creatori Baran bo Odar e Jantje Friese. È stato presentato per la prima volta su Netflix nel 2017 ed è andato in onda per tre stagioni fino al 2020. Da allora ha raccolto un fandom dedicato, con molti che affermano che è uno dei migliori spettacoli che la piattaforma abbia mai realizzato.

Con questo in mente, c’era molto da fare sul loro ultimo progetto, 1899.

La serie in otto parti ha debuttato su Netflix giovedì 17 novembre 2022 e si concentra sui migranti europei che viaggiano in nave a vapore da Londra a New York City.

I misteri abbondano nell’offerta multilingue della coppia, ma più recentemente alcuni spettatori hanno sostenuto che 1899 e la graphic novel Black Silence condividono sorprendenti somiglianze.

1899 rimorchio cr. Dark Ways/Netflix YouTube

Gli spettatori confrontano 1899 con la graphic novel Black Silence

Un numero crescente di tweet continua ad emergere dai fan che affermano che ci sono somiglianze tra la serie del 1899 e la graphic novel Black Silence dell’illustratrice e fumettista brasiliana Mary Cagnin. L’artista stessa ha usato Twitter per affermare che ci sono paragoni tra il suo lavoro e quello del 1899.

Nei suoi tweet, Cagnin ha postato alcune delle sue illustrazioni del fumetto accanto a scatti della serie.

Baran e Jantje hanno affrontato la loro ispirazione per il 1899 durante una recente conversazione con Deadline.

“L’intera prospettiva europea è stata molto importante per noi, non solo dal punto di vista della storia, ma anche del modo in cui l’avremmo prodotta. Doveva davvero essere una collaborazione europea, non solo per il cast ma anche per la troupe”, ha spiegato Jantje.

Leggi anche |  "Le cose più difficili che abbia mai passato": Peyton List rivela la più grande lotta di Tory nella quinta stagione di Cobra Kai

“Sentivamo che con gli ultimi anni in cui l’Europa era in declino, volevamo dare un contrappunto alla Brexit e al nazionalismo in aumento in diversi paesi, per tornare a quell’idea dell’Europa e degli europei che lavorano e creano insieme”.

I Black Silence non sono stati citati o menzionati né da Baran né da Jantje come un’influenza o un’ispirazione per il loro lavoro.

HITC e GRV Media hanno contattato Netflix per un commento.

Di cosa parla la graphic novel Black Silence?

Per coloro che non hanno familiarità con la graphic novel Black Silence, è disponibile per la visualizzazione su Issuu, una piattaforma di pubblicazione elettronica fondata in Danimarca e con sede negli Stati Uniti. Il fumetto è stato caricato sul sito nell’agosto 2017, con una breve sinossi che fornisce informazioni sull’argomento:

“Nel futuro, i giorni della Terra sono quasi finiti. Un team di astronauti viene convocato per riconoscere un pianeta che potrebbe essere l’unica possibilità di sopravvivenza del genere umano.

Il romanzo è lungo 106 pagine ed è ora disponibile per la lettura qui.

1899 | Teaser ufficiale | Netflix

BridTV

10326

1899 | Teaser ufficiale | Netflix

https://i.ytimg.com/vi/DS2_gsMdij4/hqdefault.jpg

1027496

1027496

centro

13872

Chi è Maria Cagnin?

Mary Cagnin afferma sul proprio sito web di essersi laureata in arti visive all’Unesp (Università Statale di San Paolo) e attualmente lavora come illustratrice e fumettista.

Oltre a Black Silence, è meglio conosciuta come autrice del fumetto Vidas Imperfeitas e del webcomic Bittersweet. Cagnin crea anche contenuti su YouTube e il suo canale vanta 326.000 iscritti.

1899 è in streaming esclusivamente su Netflix.

Mostra tutto

In altre notizie, dov’è John Leonard oggi e la Pepsi gli ha dato il jet?

Leggi anche |  5 fatti meno noti su Maya Hawke AKA Robin di Stranger Things

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui