Il boss di “The Handmaid’s Tale” sul finale della quinta stagione, piani per la conclusione di giugno e The Testaments – Scadenza

0
8

AVVISO SPOILER: La storia qui sotto rivela i principali punti della trama del finale della quinta stagione di The Handmaid’s Tale di Hulu.

di Hulu Il racconto dell’ancella ha concluso la sua quinta stagione stasera e, sebbene molte cose siano cambiate per June Osborne (Elisabeth Moss), la stagione si conclude in modo simile a come è iniziata.

Quando gli spettatori incontrano June per la prima volta, lei è divisa da suo marito Luke (OT Fagbenle) e dalla vita che hanno condiviso con la loro figlia Hannah, una scena che è stata imitata nel finale della quinta stagione. June e sua figlia Nichole salgono su un treno per un futuro sconosciuto alle Hawaii quando Luke viene arrestato dalle autorità.

Il suo arresto è ingiusto considerando che Luke stava salvando sua moglie da un uomo che tentava di ucciderla investendola nel suo camion, ma eccoci qui: il mondo sta crollando. Vale la pena notare che il sicario assoldato è stato inviato da Gilead per sbarazzarsi della spina nel fianco una volta per tutte, ma ha fallito. Se June fosse una gatta, sarebbe ridotta a tre vite se i miei calcoli fossero precisi.

Gran parte di lei che è ancora viva e vegeta è grazie a coloro che la circondano che rischiano la vita e gli arti per proteggerla. Quando June era in ospedale priva di sensi e si stava riprendendo, Nick Blaine (Max Minghella) ha rischiato tutto per correre al suo fianco. Per garantire la sua protezione continua, ha persino stretto un accordo con Mark Tuello (Sam Jaeger) per condividere le informazioni su Gilead anche se potrebbe costargli la vita. Perde un po’ la testa per quanto sia stato vicino alla morte di June e prende a pugni in faccia il comandante Lawrence (Bradley Whitford) per aver sostenuto chiunque abbia ordinato il colpo alla sua amata. Oh, e sua moglie Rose è stanca di fare il secondo violino e vuole uscire dalla relazione. *alza le spalle*

Max Minghella nel ruolo di Nick

Mentre la vita di Nick sta andando in pezzi, June pianifica il suo futuro con Luke, ma per tutto il tempo suo marito ha saputo che avrebbe dovuto arrendersi per portarla al sicuro fuori dal paese. Subito dopo la partenza del treno, June sta affrontando il dover lasciare di nuovo Luke alle spalle, soprattutto perché sta affrontando la prigione quando sente un bambino piangere. Si dirige verso il suono e scopre Serena Joy Waterford (Yvonne Strahovski) con Noah tra le braccia. Non importa quanto lei voglia allontanarsi da Serena, i loro destini sembrano essere piuttosto intrecciati. Sarà un lungo viaggio.

Leggi anche |  Tutto ciò che sappiamo finora

Il creatore della serie Bruce Miller ha parlato con Deadline degli eventi della quinta stagione e di cosa possono aspettarsi i fan mentre guarda verso la fine della strada per giugno.

SCADENZA: Dopo quattro stagioni in cui Serena è stata così orribile fino a giugno, è stato delizioso vederla vivere anche solo un minimo di ciò che ha passato June. Com’è stato dargli vita?

BRUCE MILLER: Sai, è bello perché June ha lavorato così tanto e ha davvero bisogno di questo tipo di momenti di vendetta per soddisfarla. Non necessariamente perché ha un bisogno emotivo per loro, ma pensa di vederli e non si sente bene. In molti modi ha ottenuto ciò che voleva, proprio come il pubblico ottiene ciò che voleva. Più di ogni altra cosa vorresti che portassero via il bambino di Serena e poi quando lo fanno è terribile perché è una cosa terribile da fare. Serena potrebbe non avere cuore e non gli importava, ma a giugno importava. È come, dammi i miei desideri e guarda come mi piace.

Yvonne Strahovski nel ruolo di Serena Joy

DEADLINE: In questa stagione, vediamo davvero quanto siano intrecciati i loro destini, specialmente quando li vediamo insieme sul treno. Perché li hai fatti ritrovare l’un l’altro?

MUGNAIO: Penso che quel momento sia arrivato naturalmente. Penso che quando ho visto l’episodio 7 o ho letto la sceneggiatura di quell’episodio in cui Serena sta partorendo e June è lì, ho capito che la stagione stava andando come volevo. Sembrava che avrebbero dovuto stare di nuovo insieme alla fine. Il loro bisogno di uscire da Toronto gradualmente è diventato lo stesso. E penso che tutte le cose che stanno accadendo in questa stagione con le crescenti tensioni tra canadesi e americani ci portino a questo finale. Volevo solo che mi sentissi come se non li stessi mettendo insieme; c’era un’inevitabilità perché sono nella stessa situazione. Le loro vite si assomigliano e si sentono l’una dell’altra anche se moralmente sono molto diverse. Oh, e non sono amici, sono facce familiari.

SCADENZA: Nick ha ufficialmente rischiato tutto per giugno. Cosa riserva loro il futuro?

MUGNAIO: Sento che questa è la stagione Nick/June più romantica che ci sia mai stata. Adoro il fatto che trascorrano l’intera stagione dicendo che non possono stare insieme. Quello che speravo era di mostrare che lei si è aggrovigliata con queste persone, indissolubilmente, tutte. E per quanto non potesse dimenticare Fred, ha rotto con Nick 70 volte in questa stagione. Non può lasciarlo andare e l’ultima cosa che dice è: “Assicurati di dirgli che stiamo bene”. E quando dice “stiamo bene” intende il resto della sua famiglia. Quindi penso che in quell’ultimo episodio, quando Nick la vede e non la sveglia nemmeno, sia solo la cosa più romantica.

Leggi anche |  John Hoffman ringrazia la chimica tra Steve Martin, Martin Short e Selena Gomez per il successo della commedia – Scadenza

DEADLINE: Cosa puoi anticipare sulle conseguenze che potrebbe affrontare?

MUGNAIO: Beh, penso che sia un po’ patologicamente pericolosamente romantico e questo è il suo problema. Ama davvero June e questo causerà ogni sorta di problemi. Qualsiasi emozione genuina che ti sta guidando che non è sopravvivenza – che era l’unica emozione sua e di June per la maggior parte del tempo – qualsiasi cosa diversa da quella ti distrae. Penso che il problema sia che sente di aver bisogno di avere questa parvenza di una vita emotiva in modo che le persone lo prendano sul serio e quindi non si metta nei guai. Penso che sia incapace di farlo perché o tace o dice la verità. So cosa stiamo preparando per Nick, che è esattamente quello che pensi che sia. È il ragazzo che pensiamo che sia. E anche se cerca di non essere il ragazzo che pensa di essere, o sarà molto a disagio per lui come lo è con Rose, o fallirà e finirà per non essere in grado di trattenersi dal prendere a pugni Lawrence . Penso che la cosa bella sia che segue il suo cuore, e la cosa spaventosa è che segue il suo cuore.

SCADENZA: Ann Dowd ha fatto un ottimo lavoro in questa stagione guidando zia Lydia nel prossimo capitolo della sua vita. Quale intuizione puoi condividere sulla sua evoluzione e sul suo rapporto con Janine (Madeline Brewer)?

MUGNAIO: Ann Dowd e Maddie Brewer, attrici incredibili che sono così generose, adorabili e gentili l’una con l’altra. So che è difficile da vedere in televisione, ma lo sono. Penso che Lydia stia affrontando una stagione in cui sta cercando di rivalutare e trovare un terreno solido su cui resistere mentre le cose intorno a lei stanno cambiando, e non nei modi che le piacciono. Ha molto potere perché ha una ragazza in ogni casa e sa cosa sta succedendo: l’informazione è un grande potere. Penso che la stagione riguardi il suo apprendimento come esercitare il potere e come spingere le persone, e lo fa. Praticamente fa giustiziare Warren e toglierlo di mezzo, questo idiota che è un pericolo per le sue ragazze. Quindi penso che sia quello che succede e lei è costantemente atterrata. C’è una scena incredibilmente importante nel finale che non si nota quando Lydia viene abbattuta mentre portano via Janine. Si rialza subito; ecco chi è. Non verrà dissuasa. O verrà fermata o vincerà la sua discussione e otterrà influenza per proteggere le sue ragazze. C’è anche quel momento in cui Janine le dice: “Non preoccuparti per me”. È un momento di rispetto così interessante che Janine dà a Lydia e anche di simpatia. Penso che anche se Lydia probabilmente non si accorge di nessuno di quei momenti, questo sta davvero dicendo fino a che punto è arrivata nella stagione. Si alza ed è molto determinata. È una Lydia diversa, più pratica e praticata.

Leggi anche |  Il boss di "Solo omicidi nell'edificio" per smascherare un assassino nel modo più sciocco - Scadenza

SCADENZA: Nel romanzo Il racconto dell’ancella, giugno non ottiene un finale adeguato perché sanguina nei Testamenti. Quali sono i tuoi piani per concludere la sua storia?

MUGNAIO: Bene, ci sto lavorando I Testamenti mentre sto lavorando alla sesta stagione di Il racconto dell’ancella. È così bello avere un altro libro a cui andare. Penso che le persone che guardano lo show televisivo debbano sentirsi a proprio agio con il fatto che proprio come Ancellanon ha seguito il libro, I Testamenti è il seguito di questo programma televisivo. Quindi non sto necessariamente girando per quelle cose nel modo in cui si trovano I Testamenti ma tutti stanno crescendo in quelle direzioni. Margherita [Atwood] e ho avuto molte conversazioni sul personaggio [of June]. Ha guardato parte dello spettacolo prima ancora di iniziare a scrivere I Testamenti. Penso che i personaggi abbiano molte somiglianze, il che è meraviglioso, e si stanno decisamente adattando I Testamenti. Ma per June, non mi sento in dovere di avvolgerla nel modo in cui è avvolta I Testamenti romanzo. Voglio solo seguire la storia e assicurarmi che abbia un senso. Ma la cosa che dovresti ricordare è che tutta la voce fuori campo che stiamo ascoltando, questa storia è la storia di giugno. Non si chiama Gilead, lo è Il racconto dell’ancella. Sicuramente ho pensato allo spettacolo come a un libro di memorie di parte della vita di June, non alla parte in cui si sarebbe considerata un’ancella. Penso che alla fine, proprio come prima che iniziassimo lo spettacolo, avevano delle vite. Andrà avanti e continuerà in qualunque modo continui e non lo vedremo. E poiché abbiamo potuto vedere questa parte così intimamente, sento che ti interessa quello che le succederà dopo, ma quella non è questa storia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui