Recensione FIFA 23: il gioco realistico di HyperMotion 2 offusca la maggiore influenza di FUT

0
17

Il ritmo è praticamente tutto dentro FIFA 23. In effetti, è stata la prima cosa che ho notato, anche nel – forse soprattutto – nel mio primo match.

Anche se FIFA 23Il sistema HyperMotion 2 di motion capture e machine learning è per definizione un’opera iterativa, completa di un termine di marketing frizzante applicato ad esso, non è incrementale. Catturando, analizzando ed elaborando più partite di calcio 11 contro 11 di 90 minuti nel mondo reale, EA Sports sta vendendo FIFA 23 come un gioco in cui i giocatori hanno, se non un maggiore controllo sulla palla, almeno una maggiore comprensione di come il loro calciatore sullo schermo può gestirla. I giocatori medi o inferiori potrebbero avere molta velocità, ma con punteggi di dribbling più bassi, sprecheranno molta energia per mantenere il controllo della palla, rallentando notevolmente il ritmo. Gli attaccanti, tuttavia, in particolare le superstar, possono accendere i postcombustori ed esplodere in chiaro come mai prima d’ora. È esaltante, ma anche un po’ imbarazzante, rendersi conto, Cavolo, Avrei potuto farlo per tutto il tempo.

La scorsa settimana ho parlato con Kantcho Doskov, FIFA 23è il direttore del gameplay di EA Vancouver e gli ho chiesto le quattro o cinque cose che dovrei notare per prime in una serie i cui miglioramenti sono spesso sottili. Questo tipo di controllo e ritmo, e la sua differenziazione tra i giocatori, era in cima alla lista di Doskov. “Ci sono così tante altre sottigliezze nel gameplay che sentirai durante più partite, o dopo un po'”, ha detto. “Ma questo è il primo grande che noterai.”

Ha ragione. Anche se il gioco sembra nel complesso più lento, la difesa ti brucerà comunque se non stai pensando in anticipo per costruire il tuo attacco. Ma un fortunato passaggio filtrante per il tuo attaccante è più letale che mai e può trasformare il 39° minuto in una partita 0-0 in un momento disperato e legittimamente cruciale per entrambe le squadre.

“Questo è solo il dribbling fondamentale, in pratica”, ha detto Doskov, il che significa che le mosse esplosive sono possibili solo con la levetta sinistra, senza usare altri modificatori o comandi su un gamepad. “Non si tratta solo di cambiare direzione. […] Si tratta di cambiare velocità. Vediamo i migliori calciatori fare questo; iniziano, in qualche modo rallentano e poi esplodono nello spazio.

Leggi anche |  Patrimonio netto del principe Harry, vita in anticipo, ecc.

Immagine: EA Vancouver/Electronic Arts

La sensazione sommaria che ho, dopo più di una dozzina di partite complete in HyperMotion2, è che i punti di forza e di debolezza dei giocatori siano più evidenti, mentre nelle FIFA precedenti sembrava che le loro prestazioni fossero ancora moderate dal ruolo che hanno svolto sul campo. Ciò rende le decisioni sulla gestione dei giocatori, in particolare in FIFA Ultimate Team, più significative. Aggiunge anche una certa profondità necessaria allo sviluppo di alcune parti dell’albero delle abilità nella modalità giocatore singolo Be a Pro.

Nonostante tutta la lucentezza oleosa che le microtransazioni e gli inviti all’azione di FUT lasciano in quella modalità, è ancora un ottimo banco di prova per scoprire come si comporta il nuovo gioco, prima di dirigermi verso il mio “reale” playthrough nelle modalità carriera, dove ovviamente voglio fare tutto perfettamente la prima volta. In FUT, di solito guardo ai miei 11 migliori giocatori in base alla valutazione complessiva, quindi trovo una formazione che li porti in campo. Il gameplay cambia FIFA 23 ora significa che non è una grande idea. Se ho tre attaccanti o attaccanti eccezionali, ma centrocampisti che sono pessimi nel portare loro la palla o nel mantenere il possesso palla, potrebbe essere meglio rinforzare la mia linea di fondo e giocare una partita più difensiva, anche se il loro gioco generale è Non è così appariscente, specialmente per le partite complete oa livelli di difficoltà più elevati.

Il mio punto qui è che i vantaggi di HyperMotion 2 non sono solo sul campo e nella sensazione del gamepad; rendono anche le mie scelte manageriali più deliberate e coinvolgenti. I giocatori dedicati potrebbero non avere altra scelta che spendere di più per sviluppare una squadra che esemplifichi veramente le loro abilità e il loro stile di gioco. Ma a prescindere, una razionalizzazione del sistema di “chimica” spesso imperscrutabile di Ultimate Team significa che i giocatori possono ottenere più valore dalle carte che hanno in FIFA 23.

Nelle edizioni precedenti, l’intesa non dipendeva solo dai giocatori che condividevano un tratto (come appartenere alla stessa nazione o club professionistico), ma dovevano anche essere adiacenti l’uno all’altro nella formazione scelta. Quel requisito di connessione fisica è scomparso, il che riduce la chimica complessiva che si può raggiungere (a 33, da 100) mentre aumenta la probabilità che il tuo club Ultimate Team possa raggiungerlo al massimo.

Leggi anche |  PlayStation Plus perde 1,9 milioni di abbonati dal rilancio, afferma Sony

I cambiamenti di chimica significano anche che grandi giocatori come Kylian Mbappé (che tutti prendono in prestito per cinque partite per iniziare Ultimate Team), che altrimenti non hanno chimica con il resto del club, non vengono colpiti da una penalità di chimica. Questo è in realtà un cambiamento a misura di consumatore, in quanto consente ai giocatori di utilizzare i migliori giocatori che stanno preparando. Se si dirigono alla casa d’aste o al mercato di trasferimento, possono aggiungere un favorito sentimentale al loro club senza comprare un gruppo di altri ragazzi per farlo tornare in piena forza.

Il numero 8 della nazionale croata, con le sue distintive divise a scacchi biancorosse, festeggia un gol in FIFA 23

Immagine: EA Vancouver/Electronic Arts

I nuovi Momenti di FUT, sfide di dimensioni ridotte piuttosto che partite complete, sono anche un’utile vetrina per alcune delle nuove modifiche al gameplay, e infatti sono organizzati quasi come un tutorial. Uno in particolare mette in luce il nuovo sistema di mira sui calci di punizione, in cui i giocatori possono scegliere quale parte della palla vogliono colpire, arrotolarla intorno, sopra o anche sotto il muro difensivo. C’è anche una sfida “power shot”, che mette in evidenza un nuovo comando di tiro carico (che tiene entrambi i paraurti) che può segnare gol spettacolari da ben fuori dall’area di porta. Quella capacità di rischio-ricompensa – devi davvero essere in chiaro per caricare un tiro del genere, oltre a mirarlo con precisione – è un altro segnale di corrispondenza che FIFA 23 è un gioco più coinvolgente rispetto a quello dell’anno scorso.

Nonostante tutti questi modificatori, e momenti, e altri campanelli e fischietti, FIFA 23 non si sente più dedito alle grandi giocate, o indulgente verso i giocatori che le tentano in modo sconsiderato. Questa è stata una critica comune in passato, o almeno un confronto sfavorevole con il più tecnicamente preciso Pro Evolution Soccer, quando quel franchise non era un disastro. Ho trovato tanto successo nel costruire il mio attacco quanto ho fatto bombardando tutti in avanti e lanciando croci nella speranza che uno potesse atterrare. In fase difensiva c’è una nuova “stampa parziale di squadra” che porta più di un difensore, ma non l’intero club. Usato in concerto con contrasti più accurati (sia in piedi che in scivolata), ha iniziato per me alcuni contrattacchi sbalorditivi in ​​Ultimate Team. Non è mai stato il mio stile di gioco prima, ma lo è adesso.

Leggi anche |  Chi era il rapper GGG Straap e qual era la sua causa della morte?

Il gameplay cambia, che sono i miglioramenti più significativi tra FIFA 23aggiunte perché servono tutte le modalità di gioco, non mi danno solo più cose da fare o mosse da memorizzare sul mio gamepad. Aprendo nuovi modi per sfruttare i punti di forza della mia squadra, in realtà mi dicono che sono più bravo nel calcio, nei videogiochi, di quanto mi ritenga. Di tutte le cose in cui ho notato FIFA 23 appena uscito dalla scatola, potrebbe essere arrivato per ultimo. Ma contava di più.

FIFA 23 lanciato il 30 settembre in poi Google Stadi, PlayStation 5, Xbox serie X, e finestre PC; versioni prive di alcune delle funzionalità in questa recensione sono state lanciate anche per Nintendo Switch, PlayStation 4e Xbox Uno. Il gioco è stato recensito su PlayStation 5 utilizzando un codice di download pre-rilascio fornito da EA Sports. Vox Media ha partnership di affiliazione. Questi non influenzano il contenuto editoriale, sebbene Vox Media possa guadagnare commissioni per i prodotti acquistati tramite link di affiliazione. Potete trovare ulteriori informazioni sulla politica etica di Polygon qui.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui