Recensione di Warhammer: Vermintide 2 2022: Lasciando l’ombra di Left 4 Dead

0
11

Nel mondo dei giochi d’azione cooperativi, Dato per morto e il suo seguito si profila grande. Numerosi giochi hanno inseguito il successo dello sparatutto dell’orda di zombi di Valve, ma la maggior parte è inciampata, non riuscendo a catturare lo spirito o, peggio, avvicinandosi troppo al materiale originale. Warhammer: Vermintideuscito nel 2015, così come il sequel del 2018, Vermintide 2, sono due dei pochi esempi di genere che sono riusciti a infilare l’ago. Strutturalmente ricordano la serie Left 4 Dead, ma ciononostante si distinguono in un modo chiave…

Warhammer. E asce, spade, mazze, flagelli e alabarde; un’intera suite da mischia a disposizione del giocatore. Se Vermintide ha una caratteristica centrale e distintiva, è il riorientamento dell’azione in prima persona lontano da Dato per mortoi colpi alla testa a lungo raggio e le tattiche spray-and-pray, e verso colpi fragorosi e concussivi e colpi frenetici, ravvicinati e personali.

A quasi mezzo decennio, Vermintide 2 è esso stesso un classico co-op avvizzito. Con migliaia di giocatori ancora matchmaking su Steam e lo sviluppatore Fatshark in procinto di rilasciare il suo sparatutto in prima persona Warhammer 40.000: Marea oscura (in attesa di ulteriori ritardi), ho pensato che valesse la pena tornare Vermintide per un’ultima avventura fantasy per rivalutare i successi del gioco.

Immagine: squalo grasso

Uno di VermintideLa caratteristica più forte di ‘s è la sua impostazione. L’impatto qui non può essere sottovalutato: poiché un mondo in continuo sviluppo dall’inizio degli anni ’80, l’ambientazione “Warhammer Fantasy” di Games Workshop fa gran parte del lavoro pesante: ti assorbe, fin dall’inizio, nel suo grimdark leggermente stravagante universo. Come ho detto nella mia recensione di Porta del caos – Cacciatori di demoni, la costruzione del mondo e la tradizione di Warhammer, essendo stata costruita attorno a piccole figurine di plastica, ha una storia di fare molto con relativamente poco. Warhammer possiede una straordinaria abilità nell’evocare il delizioso senso di qualcosa di ultraterreno con una sola parola. In Cacciatori di demoni Sono diventato ossessionato da termini come “astropatia” e “archeotech”; in Vermintide 2 è lo “Skittergate” che cattura istantaneamente l’immaginazione.

La flessibilità del carattere è di vitale importanza per il successo continuo di Vermintide 2

Come nel gioco originale, Vermintide 2 si concentra sulla minaccia degli Skaven, una specie di uomini topi crudeli e conniventi che si aggirano nel mondo sotterraneo al di sotto dei regni umani. Sono gli Skaven a creare lo Skittergate dal nome evocativo, un portale alimentato da Warpietra che conduce ai regni del Caos e che è al centro della trama della campagna principale. Attraverso il portale arrivano i Norscan assetati di sangue che, insieme agli Skaven, costituiscono le numerose orde nemiche del gioco.

Leggi anche |  Bungie disabilita la chat di testo di Destiny 2 a causa di un enorme exploit

E Vermintide 2 è proprio un gioco di orde – di folle, inondazioni e sciami che, come quelli originali Dato per morto zombi, scorrazza sull’architettura e attraversa le porte per circondare te e la tua squadra di eroi. Respingere l’orda assume una qualità quasi ritmica mentre attacchi furiosamente il traffico in arrivo di topi e guerrieri del caos. Scorri a sinistra, scorri a destra, assicurati che i tuoi nemici siano davanti, anziché dietro: a volte il combattimento è una specie di puzzle spaziale, più in comune con Simulatore di lavaggio, in cui stai lavando un mucchio di pasticci e spazzando via la spazzatura, piuttosto che qualcosa che assomigli a un duello coreografato. Il combattimento a distanza non è del tutto assente – in alcuni casi, è uno strumento più efficiente per eliminare nemici d’élite – è semplicemente più una punteggiatura per l’azione corpo a corpo.

Usare doppie pistole contro un Norscan in Warhammer: Vermintide 2

Immagine: squalo grasso

Quasi ogni eroe può specializzarsi: i cinque personaggi possiedono ciascuno quattro diverse “carriere” (tre, nel caso di Sienna, poiché la sua classe finale deve ancora essere rilasciata). Victor Saltzpyre, un cacciatore di streghe, che inizialmente si sente un assassino agile e leggermente corazzato che è eccellente nel prendere di mira i singoli nemici, può alla fine diventare un cacciatore di taglie armato di pistola, o anche un prete guerriero pesantemente corazzato e armato di martello. L’inclinazione in mischia del gioco rende sicuramente la sperimentazione con le armi a distanza una prospettiva allettante. Ma l’aspetto più importante qui è l’enorme quantità di personalizzazione: armi, abilità di carriera e stili di gioco.

Questa flessibilità è di vitale importanza per il continuo successo di Vermintide 2. Sebbene il gioco offra una serie di aggiornamenti estetici (a volte pagati con denaro reale), dipinti da collezionare e appendere alle pareti della tua area hub e, naturalmente, bottino, nessuno di questi sembra il motivo per cui le persone tornano continuamente a giocare.

Leggi anche |  Chi è Drake Milligan? Patrimonio netto, età, biografia, ecc.

I cosmetici sembrano particolarmente irrilevanti, a causa sia dell’età visiva del gioco che della sua estetica tenue. C’è un vero impegno per il gotico cupo Vermintide 2 — è difficile quantificare la quantità di grotte e tane sotterranee grigio-marroni che dovrai attraversare nel corso di una campagna. Un livello ti convoglia da un manicomio sotterraneo in una fogna, quindi, infine, in una catacomba. Ci sono alcuni livelli all’aperto che offrono panorami più spettacolari e bucolici, così come l’area “Chaos Wastes” che fa un uso molto migliore dei vividi viola, rosa e rossi di Warhammer. Ma queste sono anomalie in un paesaggio altrimenti calmo.

Il Prete Guerriero di Sigmar entra in combattimento in Warhammer: Vermintide 2

Immagine: squalo grasso

Il bottino è un altro aspetto a cui non contribuisce molto VermintideLa popolarità duratura come si potrebbe pensare. È una carota allettante, ovviamente: i tomi e i grimori sono sparsi in ogni livello e portarli significa sacrificare uno slot per pozioni di salute e/o un grosso pezzo di vita (i grimori riducono la tua salute del 30%). Questi libri sono una classica meccanica rischio-ricompensa: prendi il colpo di penalità e completa la missione con loro in tuo possesso, e lo scrigno del tesoro che riceverai alla fine di ogni livello offrirà un bottino migliore. Come tutti i multiplayer level up-athon, il saccheggio crea un circolo vizioso, ma il flusso costante di armi, bigiotteria, gioielli e ciondoli non è quello che considererei un punto di svolta. Una spada – arancione o forse viola – funziona ancora esattamente come ti aspetteresti; una balestra al “Livello di potenza” 300 si comporta esattamente come al livello 5.

Non ci vuole molto per sbloccare ogni carriera e provare la maggior parte delle armi in offerta, eppure, con il supporto continuo di Fatshark e una base di giocatori relativamente sana nonostante gli anni che passano, ci sono chiaramente buone ragioni per continuare a giocare anche dopo di te ho visto tutto.

Leggi anche |  Genshin Impact versione 2.8 Rivelati i banner Kazuha e Klee, con Heizou, Tohma e Ningguang

Il più grande cambiamento a Vermintide 2 negli anni è stato il libero Le distese del caos espansione. Presentata come una nuova modalità di gioco “roguelite”, si appoggia a ciò che molti amano così tanto di questo tipo di giochi d’azione cooperativi per cominciare: la variazione.

Il DLC Chaos Wastes in Warhammer: Vermintide 2

Immagine: squalo grasso

Mentre l’originale Vermintide 2 le campagne consentivano molte discrepanze, con la loro versione di Dato per mortoè lodato “Direttore AI”, Le distese del caos aggiunge ancora più ingredienti nel mix. Una sorta di mini-campagna randomizzata, la tua spedizione attraverso le distese del caos è completamente chiusa in se stessa e non permanente: inizi con nient’altro che un set di equipaggiamento di base e, man mano che tu e la tua squadra progredite, raccogliete monete che possono quindi essere consegnato agli altari per migliorare cose come le tue armi o aggiungere nuove abilità e talenti passivi al tuo eroe.

Le distese del caos introduce una massa di casualità e imprevedibilità nel tuo gioco, cambiando cose fondamentali come la costruzione di livelli, con alcuni percorsi bloccati o punti di inizio e fine spostati o addirittura invertiti. Il bottino assume anche un ruolo più significativo, poiché il gioco non ha paura di farti sopraffare, o anche solo stranamente costruito, con bizzarre combinazioni di vantaggi. Tutto viene strappato via dopo il completamento. Questo è Vermintide 2Il finale di gioco – e la sua sfaccettatura migliore. Dimentica tutti i cosmetici; dimentica il tuo “Livello di potenza”, equipaggiamento specifico o carriera. Salta nelle Distese del Caos, con gli amici, e fatti strada tra le orde, assaporando il fatto di non avere idea di cosa accadrà dopo. Dall’inizio, Vermintide 2 ha avuto un nucleo solido, catturando gran parte di ciò che rende questo tipo di giochi dell’orda così duramente popolari. Ma è anche dimostrato, nel tempo, che ha qualcosa di nuovo da offrire Le distese del caos aggiungendo un po’ di volubilità tanto necessaria a questa processione infinita di risse fantasy.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui