Il direttore del protocollo Callisto afferma che lo studio sta affrontando settimane lavorative di sette giorni, giorni da 12 a 15 ore

0
22

Lo scricchiolio è stato un problema prevalente nello sviluppo di videogiochi sin dai primi giorni del settore. Negli ultimi anni, diversi sviluppatori si sono fatti avanti con storie su condizioni di lavoro stressanti su prodotti tripla A che sono in genere causate da lunghi orari di lavoro o settimane di lavoro prolungate. In un tweet ora cancellato dal CEO di Striking Distance Studios e dal direttore di The Callisto Protocol Glenn Schofield, il regista ha dipinto un quadro problematico dello sviluppo del gioco horror in arrivo che sembra allinearsi con le precedenti storie dell’orrore di sviluppo di giochi di vita reale.

“Noi [are] lavorando 6-7 giorni alla settimana, nessuno ci obbliga”, ha detto Schofield su Twitter. Il regista ha affermato che lo studio stava continuando il suo lavoro attraverso una serie di problemi, tra cui esaurimento e COVID-19, e anche che i giorni di lavoro a volte duravano tra le 12 e le 15 ore. Il regista ha concluso la sua dichiarazione sottintendendo che questo tipo di carico di lavoro definisce lo sviluppo del gioco, scrivendo: “[You] fallo per te [love] esso.”

Schofield ha pubblicato questo tweet la mattina del 3 settembre, che cade nel fine settimana del Labor Day, un fine settimana festivo negli Stati Uniti che celebra i lavoratori, molti dei quali ricevono fine settimana di tre giorni in riconoscimento di ciò. Il tweet è stato successivamente cancellato da Schofield, ma il giornalista di videogiochi Ian Walker è stato in grado di catturare uno screenshot prima della sua eliminazione.

Da allora sia i consumatori che i professionisti del settore hanno fortemente criticato la rivelazione di Schofield sulle condizioni di lavoro presso gli Striking Distance Studios. Molti hanno accusato Schofield di vantarsi di lunghe giornate/settimane lavorative, mentre alcuni consumatori hanno affermato che non acquisteranno più il protocollo Callisto. Il giornalista di giochi di Bloomberg Jason Schreier ha affermato che Schofield stava impiegando “passione armata” e ha inoltre affermato che mentalità simili a quelle di Schofield sono “il motivo per cui le persone si esauriscono [game development].”

Negli ultimi anni, alcuni studi hanno adottato misure per alleviare la crisi nello sviluppo del gioco. All’inizio di quest’anno, il direttore di Horizon Forbidden West Mathijs de Jonge ha dichiarato che il ritardo del gioco nel 2022 è stato fatto per evitare la necessità di straordinari obbligatori. Inoltre, alcuni dipendenti di Insomniac hanno affermato l’anno scorso di non aver sgranocchiato una volta mentre lavoravano a Ratchet & Clank: Rift Apart.

Leggi anche |  Immortalità di Sam Barlow in uscita come parte dell'abbonamento Netflix

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui