Cooking Mama: Cookstar ha ritirato dopo che il tribunale ha stabilito che non era autorizzato

0
4

La strana – ma gravissima – disputa tra l’editore di Mamma che cucina: Cookstar e la società che detiene i diritti sulla proprietà intellettuale di Cooking Mama è arrivata a un punto di svolta. Il proprietario, l’editore giapponese Office Create, ha affermato che 2020’s Mamma che cucina: Cookstar era un progetto non autorizzato e la Corte internazionale di arbitrato ha acconsentito, aprendo la strada a Office Create per rimuovere il gioco dai negozi digitali e al dettaglio.

È una lamentela disordinata, ma la linea di fondo per i giocatori è che la prima edizione per console di Cooking Mama dal 2008 può essere rimossa dalla vendita perché l’editore Planet Entertainment con sede nel Connecticut non era autorizzato a rilasciare il gioco. La decisione arbitrale, emessa a ottobre, ha stabilito che Planet Entertainment deve a Office Create più di 20,9 milioni di dollari di profitti realizzati da Mamma che cucina: Cookstardei saldi su PlayStation 4 e Nintendo Switch.

Planet Entertainment deve anche altri $ 2,37 milioni per coprire i pagamenti cardine che l’arbitro ha dichiarato di dover restituire e le spese legali di Office Create. Inoltre, Planet Entertainment deve distruggere tutte le copie del gioco e le risorse di proprietà intellettuale di cui è ancora in possesso. Infine, la sentenza afferma anche che Planet Entertainment deve “astenersi dal spacciare, indurre o consentire ad altri di vendere o spacciare qualsiasi prodotto come prodotto Cooking Mama” a meno che tale prodotto non sia realizzato o concesso in licenza da Office Create stesso.

“Office Create sta intraprendendo tutte le misure necessarie per garantire che i videogiochi in violazione di ‘Cooking Mama: Cookstar’ (copie digitali e fisiche) vengano rimossi dal mercato”, ha dichiarato giovedì l’editore in una dichiarazione pubblicata sul suo sito web.

Leggi anche |  Billy Beane Net Worth 2022: età, altezza, peso, moglie, figli, ecc.

Al momento della pubblicazione, Mamma che cucina: Cookstar non era elencato né nel Nintendo Store né nel PlayStation Store (apparentemente era disponibile solo per breve tempo sul negozio di Nintendo nel 2020). Allo stesso modo, GameStop non aveva elenchi per il gioco, sebbene Amazon ne abbia diversi.

Curiosamente, Planet Entertainment ha lanciato un gioco chiamato Yum Yum Cookstar per Nintendo Switch e PlayStation 4, attraverso le vetrine di quelle console, il 4 ottobre.

Nel 2020, come Mamma che cucina: Cookstar si stava preparando per il lancio, Office Create ha affermato che il gioco presentato da Planet Entertainment non soddisfaceva i suoi standard e Office Create voleva che lo sviluppatore 1st Playable Productions apportasse correzioni. Planet Entertainment ha invece lanciato il gioco così com’era e Office Create ha successivamente risolto il suo accordo di licenza con la società per “violazione materiale intenzionale del contratto di licenza”.

A quel tempo, Planet Entertainment ha affermato che era pienamente nei suoi diritti di pubblicazione Mamma che cucina: Cookstar e che Office Create aveva richiesto modifiche che erano “al di fuori dell’ambito di [the] accordo e progettazione del gioco.

Polygon ha contattato Planet Entertainment per un commento e aggiornerà questo articolo con tutte le informazioni che riceviamo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui