Recensione disincantata: un inizio faticoso ma il finale è molto divertente

0
5

Caricamento dati JustWatch…

Riepilogo

Disincantato è troppo lungo e inizia faticosamente, ma si adatta a una storia di madri e figlie che è molto divertente.

Esaminiamo il film Disney+ Disincantato, che non contiene spoiler.

Sono passati 15 anni dal successo a sorpresa della Disney. Incantato è diventato un classico moderno per il pubblico ventenne di oggi. Ambientato quasi un decennio dopo la sequenza temporale di Incantatoora troviamo Giselle (Amy Adams), Roberto (Patrick Dempseyin un ruolo in cui l’unico requisito è scegliere le fossette), Morgan (Gabriella Baldacchino), e una nuova bambina Sophia, che si trasferisce nei sobborghi della magica città di Monroeville. Bella erba verde, cortili perfettamente curati e le scuole sembrano palazzi moderni. Quindi, praticamente puoi sentire l’odore delle tasse nell’aria. Stanno persino ricostruendo una casa in un castello magico. Questo nuovo paese delle meraviglie non è esattamente Andalasia (o New York City, del resto), ma una casa di famiglia è dove si trova il cuore, giusto?

Beh, forse no. Tutti hanno difficoltà ad adattarsi alla loro nuova vita. Giselle non ha ricevuto un’accoglienza calorosa dalle mamme del PTA locale ed è guidata da Malvina (Maya Rodolfo) a Monroeville. La povera principessa Disney non può vendere prodotti da forno nel cortile della scuola senza permesso. Quindi hai Robert che si sente insoddisfatto. Come mai? Edoardo (Morto a Io James Marden) offre la sua spada per andare in missione in modo che possa “davvero” fare qualcosa o essere qualcuno. La vita da avvocato aziendale non è la vita galante e nobile che sognava alla facoltà di legge. Allora hai Morgan. Ora piena di angoscia adolescenziale, è sconvolta, soprattutto perché lascia tutti i suoi amici e si sente un’estranea.

Leggi anche |  Gone Baby Gone Ending spiegato: perché il finale ci perseguita ancora

Diretto da Adam Shankmann (Cosa vogliono gli uomini) e scritto da Brigette Hales (Hulu’s 22.11.63), Disincanto è troppo lungo di 30 minuti. Il problema principale è che il film inizia in modo faticoso, con ambientazioni da commedie familiari classiche senza cadere in alcun disgustoso umorismo da bagno, il che è un vantaggio. Il design ti fa sentire che la meravigliosa prima puntata, che potrebbe essere stata lo scherzo, era un po’ una nota. E devi ricordare quanto sono diverse le cose oggi. Viviamo in un tempo completamente diverso rispetto al 2007 e vediamo le cose in modo diverso. Un tempo che è stato pieno di iniziative di giustizia sociale, corruzione politica e di aver vissuto la peggiore pandemia in quasi un secolo.

Tuttavia, dopo circa 35 minuti, la premessa inizia a prendere forma. La storia inizia ad evolversi quando Gisella non sta passando da Disney Princess in città alla periferia. Giselle desidera rendere Monroeville il luogo più magico, come l’Andalasia, da mostrare Morgan quanto può essere affascinante la vita in periferia. Naturalmente, la sceneggiatura di Hales fa qualcosa di brillante mostrando le conseguenze indesiderate di cambiamenti significativi. Questo fa sì che Giselle diventi una cattiva matrigna, qualcosa di temuto nella maggior parte delle fiabe. La performance di Adams è una gioia da guardare da questo punto in poi, poiché mostra un talento per passare dal bene al male che è fulmineo e divertente.

Ci sono alcuni deliziosi cenni ad altri piatti Disney classici. Hai riferimenti evidenti e graditi da Crudelia a Malefica. Canzoni da La bella e le apit. Quando la città diventa una fiaba, Morgan viene presentato come una figura simile a Cenerentola. Troverai persino riferimenti a Biancaneve. Tutto ciò rende il film molto divertente, insieme ad Adams e Rudolph che si esibiscono in alcuni numeri da urlo, come “Badder”, e per non parlare di Idina Menzel che si esibisce in ogni occasione che ha.

Leggi anche |  Una scena che induce ansia da "The Crazies" torna a perseguitare gli spettatori

Al centro della Disincantato è una storia di madri e figlie, che è sentita. Come un film Disney+ buono ma dimenticato, Madrina, questa è una tendenza meravigliosa nei film e nelle reti di streaming. Il film di Shankman non è perfetto, ma la sua esperienza di lavoro con i musical funziona bene qui. Questo è un musical che vale la pena guardare con la famiglia, nonostante i suoi difetti.

Cosa ne pensi del film Disney+ Disincantato? Commenta qui sotto.

Altre storie sul film Disney+ Disincantato


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui