Recensione di Diorama (2022): rompere è difficile da fare

0
312

Riepilogo

Uno sguardo forense alla fine di un matrimonio interrotto da intermezzi dal regno animale. Diorama è ben recitato e premuroso, ma ha bisogno di un po’ più di divertimento.

Questa recensione del film Netflix Diorama (2022) non contiene spoiler.

La scrittrice e regista Tuva Novotny ci porta il suo terzo sforzo alla regia dopo Blidsone e Britt-Marie Was Here e, come con i suoi primi film, Diorama si concentra su come un evento banale ma che cambia la vita può trasformare le persone e le loro prospettive.

Bjorn e Frida sono una coppia sposata ragionevolmente normale. Li incontriamo per la prima volta quando sono giovani e nelle prime fasi della storia d’amore, sono spensierati e innamorati. Poi li raggiungiamo come coppia sposata alcuni anni dopo. Fare l’amore spontaneo ha lasciato il posto a una vita altamente strutturata e irreggimentata, in cui entrambe le parti sembrano muoversi.

Come descrive la stessa Frida a un certo punto, la loro vita è semplicemente “lavoro, bambini, bambini, lavoro”. Consapevole di quanto sia diventato stantio il loro matrimonio, Frida vuole fare qualcosa per scuoterlo, suggerendo una serie di soluzioni a Bjorn che includono consulenza matrimoniale, una pausa o persino un rapporto a tre. Li congeda tutti, preferendo sprofondare nella negazione. Inevitabilmente, il loro matrimonio fallisce e il resto del film tratta di come affrontano il loro divorzio.

Insolitamente, Novotny interrompe il dramma con intermezzi regolari che discutono delle abitudini di accoppiamento di vari altri mammiferi. Con questi, sta esplorando l’idea di monogamia e quanto sia centrale per la felicità umana. È un requisito per noi? O semplicemente una conseguenza del condizionamento sociale? Alla fine, il film conclude che è quest’ultimo e gran parte del film è organizzato al servizio di questa idea.

Leggi anche |  Gone Baby Gone Ending spiegato: perché il finale ci perseguita ancora

Queste parti sono ben dirette e abbastanza divertenti come sequenze autonome, ma molto spesso interrompono il flusso, portando lo spettatore fuori dal film. A volte è disorientante e un po’ irregolare. Alcuni di loro funzionano bene per completare la narrativa centrale e altri sono un po’ troppo superficiali. Penso che il film sarebbe stato più forte con solo due o tre di questi (forse chiudendo la narrazione principale).

La coppia centrale è ben interpretata da David Cencik e Pia Tjelta che portano umanità e realismo ai loro personaggi. Credi davvero che queste persone che una volta erano così felici ora siano completamente infelici l’una con l’altra. Credi interamente nel dolore che entrambi sembrano provare per mano dell’altro e, alla fine, fai il tifo perché siano di nuovo felici, nonostante tutto.

Forse è un peccato che questi personaggi siano così vicini ai ruoli di genere convenzionali, con Bjorn emotivamente distante e incapace di interagire con i sentimenti di sua moglie, ignaro della quota irregolare del lavoro domestico nella sua famiglia. Frida nel frattempo è fortemente ferita, troppo preoccupata per gli aspetti pratici della vita quotidiana per concedersi un po’ di spontaneità, sminuendo regolarmente i tentativi ben intenzionati del marito di darle una pausa. Detto questo, questi ruoli sembrano convenzionali, perché, per molti, riflettono la realtà della vita coniugale.

Diorama, proprio come suggerisce il titolo, esamina attentamente la disintegrazione di un matrimonio. Di conseguenza, a volte è un orologio scomodo, con gli spettatori invitati a vedere entrambe le parti nel peggior momento. Alcune scene in più che ci ricordano cosa avevano Frida e Bjorn quando erano felici avrebbero potuto aiutarci a connetterci più profondamente con ciò che sembrano buttare via e ci hanno permesso di tifare per entrambi un po’ di più.

Leggi anche |  Dove sono finiti i Guardiani della Galassia in "Thor: Love and Thunder?"

Detto questo, la prima cosa che ho fatto alla fine della mia visione Diorama è stato corso al piano di sotto, ha baciato mia moglie, le ha preparato una tazza di tè e si è offerto volontario per pulire la cucina.

Cosa ne pensi del film Netflix Diorama (2022)? Commenta qui sotto.

Puoi guardare questo film con un abbonamento a Netflix.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui